Dimissioni - A.N.S.A.P. TERRITORIALE VILLA LITERNO

Privacy Policy
Vai ai contenuti
Dimissioni Telematiche Volontarie
Che cosa sono le dimissioni telematiche volontarie?
Le dimissioni sono l’atto volontario con cui il lavoratore dipendente recede dal rapporto di lavoro. Il servizio di dimissioni telematiche volontarie, come indica già la denominazione del servizio, riguarda solo le dimissioni volonatarie e non include le dimissioni per giusta causa.
È obbligatorio presentare le dimissioni volontarie online?
Sì, con l'introduzione del Jobs Act a partire dal 12 marzo 2016 il lavoratore deve comunicare le proprie dimissioni o la risoluzione consensuale del rapporto lavorativo esclusivamente in modalità telematica tramite la procedura online.
Chi può presentare le dimissioni telematiche volontarie?
Il servizio è rivolto a tutti i lavoratori e le lavoratrici che intendano comunicare le proprie dimissioni.
Non devono presentare le dimissioni volontarie online: i dipendenti pubblici, i lavoratori domestici (colf e badanti), i casi di risoluzione a seguito di conciliazione stragiudiziale, i lavoratori in prova, il lavoro marittimo e le dimissioni in sede protetta dei genitori lavoratori per i quali è prevista la convalida presso le sedi territoriali dell’Ispettorato nazionale del lavoro (dimissioni della lavoratrice in gravidanza o della lavoratrice/lavoratore nei primi tre anni del bambino).
È possibile chiedere la NASpI dopo aver presentato le dimissioni volontarie?
No, coloro che presentano dimissioni volontarie sono esclusi dalla NASpI.
Come presentare la richiesta di dimissioni volontarie?
È possibile presentare le dimissioni telematiche volontarie tramite il nostro servizio online. Una volta effettuato il pagamento online, sarà possibile completare il form per l'invio della richiesta.
Quali sono i dati e i documenti necessari per completare la richiesta?
I dati e i documenti necessari per completare correttamente la richiesta sono:
  • Carta di identità
  • Codice fiscale
  • Unilav di assunzione o busta di paga
  • PEC Azienda per invio dimissioni
Quali sono i tempi di preavviso per le dimissioni?
I termini di preavviso sono normalmente regolati dai Contratti Nazionali (CCNL) di riferimento e dipendono da diversi fattori, tra cui ad esempio livello ed anzianità aziendale del dimissionario.
Quale data di decorrenza inserire nelle dimissioni volontarie?
La data di decorrenza delle dimissioni deve essere calcolata sommando i giorni di preavviso previsti da contratto + 48 ore per l'invio della domanda.
Ad esempio se il contratto prevede l'invio del preavviso 15 giorni prima, il lavoratore che vorrà dimettersi il 16 maggio dovrà inviare la domanda entro il 1° maggio con data di decorrenza appunto il 16 maggio.
È possibile inviare dimissioni volontarie anche senza preavviso?
Sì, è possibile presentare le dimissioni anche senza preavviso con il rischio di riduzione dell'ultimo stipendio. In questo caso la data di decorrenza delle dimissioni deve essere il giorno successivo rispetto all'ultimo giorno lavorativo. In pratica non è possibile indicare come data di decorrenza delle dimissioni lo stesso giorno in cui si stanno inviando le dimissioni e in cui appunto si risulta a lavoro.
Tempi di Consegna
Il servizio verrà erogato in 2 giorni lavorativo dalla consegna della documentazione completa

Prima fase:
  • Scarica il modulo di richiesta
  • Compila il modulo

Seconda fase:
invia tutto qui
allegando:
  • il modulo di richiesta
  • la documentazione (come da elenco presente sul modulo).

Terza fase:
Versa il contributo per sostenerci
cliccando Qui

Ti potrebbero servire:
  • Scanner per cellulari qui
  • Firmare online qui

Importante:
I File da inviare devono essere rigorosamente in formato PDF, max 1Mb, niente foto. Inoltre per ogni tipologia di documento fare il relativo allegato (es: documenti dichiarante fare allegato, documenti familiari fare altro allegato, e così via)
Torna ai contenuti